La trenta km del mare

Domenica 09 ottobre si è disputata a Ostia la classica trenta km del mare. In una splendida giornata di sole, senza vento a disturbare i corridori, quasi ottocento di essi sono giunti al traguardo. Ha vinto il portacolori delle Fiamme Gialle G.Simoni, Ivan Valenti con il tempo di 1:44.19. Anche la Palestrina Running ha portato all’arrivo lo scrivente in 2:11.02, Gabriele Frabotta in 2:14:50 e Arcangelo Rampini in 2:30:10.

Quest’anno gli organizzatori hanno avute non poche difficoltà, visto che a pochi giorni dall’evento è stata negata loro l’autorizzazione a disputare la gara da parte del municipio di competenza. Dopo molte proteste da parte degli atleti e delle società coinvolte, l’autorizzazione è stata concessa e si è potuto svolgere il tutto senza particolari problemi.

Il sabato chi vi scrive è andato a ritirare i pettorali e la domenica di buon mattino (citazione evangelica per Fra Jacopo) siamo partiti, accompagnati dal presidentissimo Giuseppe in qualità di dirigente.

Purtroppo, lo dico a malincuore, solo in tre a gareggiare in un luogo meraviglioso tra sole, verde e mare. Però ci si allena sulle salite di marcigliana il giorno precedente per 29 km!!!!!

Ritornando a noi. La partenza alle 9 in punto. Tutto il gruppone che si snoda lungo il canale dei pescatori, per arrivare a Ostia Antica, con le meravigliose rovine romane. Poi verso il mare e percorrere tutto il lungomare. Rientrati sulla via Cristoforo Colombo, ci siamo addentrati nella pineta di Ostia. Che posto per allenarsi, estate ed inverno, km e km senza macchine. Che invidia.

Dopo alcuni km percorsi dentro la pineta abbiamo ripiegato sulla Colombo per prendere l’ultimo tratto della Roma-Ostia, arrivare alla classica rotonda e imboccare il lugomare Lucrezio Catulo. Arrivati al canale dei Pescatori ultimo sforzo sulla rampa che porta vicino al traguardo. Svolta a sinistra e finalmente per i poveri piedi il meritato riposo.

Il prossimo anno ci vorrebbero un po’ più atleti prenestini a correrla.

Arrivederci a Pescara